(attività commerciali, negozi, artigiani, ecc...)

Alba Adriatica

Alba Adriatica è reputata una delle più rinomate località balneari della costa abruzzese, con un ampio litorale sabbioso e una pista ciclabile che corre parallelamente alla costa permettendo di pedalare per oltre 20 km, da Martinsicuro a Roseto degli Abruzzi, grazie ai ponti in legno costruiti sul torrente Vibrata, sul Salinello e sul fiume Tordino.
Oltre al turismo, fonte primaria di guadagno per l'economia locale, settori importanti sono l'edilizia, l'artigianato (nei comparti del tessile e abbigliamento), il commercio e la pesca costiera.
I collegamenti commerciali sono assicurati dalla stazione ferroviaria, dalla strada SS 16 Adriatica, dall'autostrada A14 (casello Val Vibrata) e dai vicini porti di San Benedetto del Tronto (AP) e Giulianova.
Alba Adriatica è un comune di 11.820 abitanti della provincia di Teramo. È una delle sette sorelle del litorale abruzzese. Insignita nel 2003, nel 2004, nel 2007, nel 2008 e nel 2009 della Bandiera Blu d'Europa (riconoscimento per le località di mare più pulite), è soprannominata e conosciuta anche come la "Spiaggia d'Argento" per la bellezza del suo litorale.

Un pò di storia...

Lo stemma di Alba Adriatica Alba Adriatica fu unita per diversi decenni al comune di Tortoreto, di cui fu anche, con il nome di Tortoreto Stazione, sede comunale nel corso degli anni trenta e nei primi anni quaranta del novecento.
Il 14 luglio 1956, dopo un periodo di campagna elettorale molto acceso, il piccolo paese si staccò dall'originario, mutando il proprio nome in quello attuale di Alba Adriatica. Il suo stemma comunale ritrae infatti un sole che sorge sul mare.

Vestigia di notevole interesse è il Torrione, una delle torri costiere del Regno di Napoli (XVI secolo) posta di fronte al piccolo delta della Vibrata, il torrente che divide Alba Adriatica da Martinsicuro.
La Torre della Vibrata
A causa dell'aumento delle incursioni piratesche durante il XVI secolo, il vicerè di Napoli ordinò di costruire una serie di torri costiere di avvistamento sulla costa abruzzese nei pressi dei porti e dei fiumi. I lavori per la sua costruzione terminarono nel 1568.
Torrione della VibrataDopo la battaglia di Lepanto (7 ottobre 1571), la pirateria diminuì sensibilmente e le torri furono progressivamente abbandonate; sappiamo, però, che la torre della Vibrata svolgeva ancora una funzione militare nel 1762, anno in cui è attestato un torriere caporale.
L'architettura è di tipo unico: corpo a forma di tronco di piramide quadrangolare con il lato di base di ca. 10 m; base superiore cinta da muratura guelfa che funzionava come piazzola per l'artiglieria e caditoie aggettanti.
La torre della Vibrata è priva di merlatura e permetteva la dislocazione dei cannoni su ogni lato; di recente è stata oggetto di un restauro ed ora ospita un ristorante.

Dal passato... le Ville Gentilizie

VILLA CHIARUGI
La villa Chiarugi, detta anche “Favorita” perché preferita tra le altre come residenza estiva dai proprietari, può essere annoverata senz’altro tra le ville residenziali costruite nella zona costiera del territorio adriatico.
VILLA CHIARUGILa sua costruzione, voluta dalla nobile famiglia dei Ranalli, fu progettata e realizzata nel 1720 ad opera dell’architetto Rozzi sui ruderi di un vecchio castello che svolgeva la funzione di torre di avvistamento. La chiesa e la cappella gentilizia, invece, furono erette sui resti di un tempio votivo pagano. Il complesso, di gusto neoclassico, è contraddistinto dalla simmetria e dall’armoniosità delle proporzioni. Lungo il perimetro del tetto, in corrispondenza delle lesene, sono posizionate delle statue ad alleggerire la struttura compatta dell’edificio. All’interno le ampie sale, pavimentate in cotto fiorentino, sono dotate di un’ottima acustica grazie alla loro particolare struttura architettonica, tanto da essere usate in passato anche per intrattenimenti canori.
Tutt’intorno sussiste un grande parco trasformato e sistemato, in tempi successivi, in stile “classico” dall’architetto ascolano Innocenzo Prezzavento.

VILLA GIANLUCA PALMA
VILLA GIANLUCA PALMALa villa Gianluca Palma, progettata nel 1908 dall’ingegnere Domenico Gialluca per l’abitazione di famiglia e realizzata negli anni a seguire, riecheggia nelle linee costruttive i modi e i temi eclettici dell’area romana.
Nell’ordine architettonico non è certo una villa liberty, nonostante qualche fregio floreale in terracotta; piuttosto permangono gli schemi di un classicismo ottocentesco consolidato e robusto.
Nella soluzione originale della planimetria a due corpi sfalsati, si inserisce un corpo cilindrico coperto a terrazza con balaustra in ferro battuto, che viene a movimentare l’andamento murario esterno.
Finestre a timpano, cornicioni, modanature aggettanti sono elementi architettonici caratterizzanti i prospetti esterni, a cui fa riscontro un interno piuttosto sobrio e privo di decorazioni.
Sull’ingresso principale, a cui si accede da una breve scalinata ad andamento leggermente signorile, è posizionata una scultura in cotto raffigurante lo stemma gentilizio della casata committente.
Alla villa si accede da un breve vialetto brecciato che attraversa un ampio giardino, il cui arredo botanico è costituito da conifere, palme e palmizi, vegetazione spontanea e cespugliosa.

VILLA ZANONI
L’edificio di moderna concezione decorativa e strutturale, ha una posizione dominante perché risulta rialzata rispetto al piano stradale.
Una torretta asimmetrica, di evidente derivazione toscana, spicca alla sommità della costruzione.
Il tecnico Albanio di Giulianova, in collaborazione con lo stesso committente, concepì l’edificio poi realizzato nel secondo decennio del secolo.
VILLA ZANONILe linee della facciata caratterizzata dalla simmetria di finestre e logge risaltano in tutta la loro eleganza per la notevole cura dei particolari. Infatti, le numerose aperture sono riquadrate in pietra nella parte superiore.
Talune porte e finestre creano notevoli effetti decorativi grazie all’esaltante contrasto del giallo e del blu del vetro martellato.
Anche nel solaio di copertura della torretta, in grossi riquadri di vetro, sono ricorrenti questi contrasti di colore. Essi vengono esaltati ancora di più nelle ore notturne quando il solaio è opportunamente illuminato.
L’edificio è movimentato dalle numerose scale a giorno, rese ancora più suggestive dalla sobria lavorazione del ferro dei fratelli Merendi di Tortoreto.
Le decorazioni floreali, che si sviluppano lungo la fascia lignea che corre al di sotto del cornicione aggettante, conferiscono allo stabile maggiore signorilità e stile.

Chiese

Caratteristiche sono le due piccole chiese parrocchiali: S. Eufemia, patrona della città, si trova in piazza IV Novembre, mentre quella di S. Maria è sita nella contrada Villa Fiore, in via delle Regioni.
Chiesetta di San Vincenzo FerreriLa chiesetta di San Vincenzo Ferreri è situata in contrada Basciani, vicino al campo sportivo di Alba Adriatica. Essa fu fatta costruire dalla famiglia Guidobaldi, notaio in Nereto.
La sua facciata è semplice, e presenta un portoncino centrale con due piccole finestre monofore di lato. La copertura presenta esternamente un timpano, semplice nello stile, mentre al centro della sua sommità vi è una piccola nicchia che non ospita però alcuna statuetta o immagine sacra. Oggi la facciata è stata ridipinta. In fondo al lato sinistro della chiesetta è presente un piccolo campanile con due monofore, che ospita ognuna una piccola campana. La chiesetta è annessa sul suo lato sinistro ad una abitazione rurale, oggi caduta in abbandono.
Nuovissima è la parrocchia dell'Immacolata, sita in contrada Basciani.


Il Cinquantenario...

Nell'estate 2006 si festeggia il cinquantenario della fondazione, con varie manifestazioni; in occasione dell'evento, viene pubblicato un libro curato da Pasquale Rasicci sulla storia locale.


Fonti: Wikipedia, Comune di Alba Adriatica, Regione Abruzzo


Alcune delle attività presenti su AlbaAdriatica.it

Hotel Doge

Proprio a pochi passi dalla SPIAGGIA PRIVATA di sabbia finissima, l'Ho ...
Inserito il: 03/02/2014

INGENIO INTERNI

COMMERCIO AL MINUTO DI MOBILI PER ARREDAMENTO. PROGETTAZIONE DI INTERN ...
Inserito il: 08/07/2009

Alba Adriatica
AlbaAdriatica.it è un progetto ADVcom International s.r.l. P.IVA 01546800671
Trattamento effetuato in conformità al d.lgs. 96/2003 lett. c) e d)